RISPOSTA ALLA COVID-19. Nel corso di questa pandemia siamo impegnati a sostenere la nostra comunità scientifica. Scopri di più

Saggi di rilevazione di contaminanti

Sono disponibili due kit di saggi di rilevazione di contaminanti a marchio Threshold: il saggio dell’immunoligando (Immunoligand Assay, ILA) Threshold® e il saggio del DNA totale Threshold®

Il saggio dell’immunoligando Threshold permette di misurare un’ampia gamma di analiti, come proteine, peptidi, DNA sequenza-specifico e microrganismi per lo sviluppo e la produzione di prodotti biofarmaceutici. I campioni possono variare da sopranatanti di fermentazione, campioni ottenuti mediante processi di purificazione e altre preparazioni biochimiche, al siero o ad altri fluidi corporei. I saggi possono essere sviluppati utilizzando un formato competitivo o a sandwich, a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche dell’analita da misurare.

Il saggio del DNA totale Threshold permette di misurare quantitativamente picogrammi di DNA a singolo filamento. A differenza delle tecniche di ibridazione, che richiedono primer o sonde di DNA con una sequenza di acidi nucleici specifica, il saggio del DNA totale Threshold permette di misurare il DNA con un’ampia specificità di sequenza. Di conseguenza, con il sistema Threshold è possibile misurare il DNA della cellula ospite e altri tipi di DNA che potrebbero essere stati introdotti durante il processo di produzione biofarmaceutico. Inoltre, poiché il saggio non richiede l’uso di primer o sonde con sequenze specifiche, può essere facilmente applicato a differenti campioni purificati da organismi ospite diversi.

Tecnologia dei saggi di rilevazione di contaminanti

  • Saggio dell’immunoligando (ILA) Threshold®

    Saggio dell’immunoligando (ILA) Threshold

    Fate clic qui per ingrandire l’immagine.

    Nella fase di reazione, gli anticorpi marcati, il campione contenente l’analita, la streptavidina e il coniugato anticorpo anti-fluoresceina/ureasi forniti nel kit di rilevazione ILA vengono incubati per formare un complesso di reazione. Poiché questo legame avviene in soluzione, tutte le molecole vengono mantenute nella loro conformazione nativa in modo da assicurare una misurazione accurata dell’analita e il 100% di attività degli anticorpi. Analogamente, nel saggio del DNA totale si forma un complesso di reazione quando la proteina biotinilata legante il DNA a singolo filamento e l’anticorpo anti-ssDNA, coniugato con ureasi, si legano senza specificità di sequenza al DNA a singolo filamento. Nel kit completo del saggio del DNA totale sono inclusi tutti i componenti per il saggio.

    Durante la fase di separazione, la forte affinità della streptavidina per la biotina viene utilizzata per catturare e concentrare i complessi di reazione su una membrana biotinilata mediante un passaggio di filtrazione. La stazione di lavoro Threshold contiene quattro unità di filtrazione a 8 canali con la possibilità di aggiungere due collettori ausiliari che rendono possibile la filtrazione simultanea di un totale di 96 campioni.

    Nella fase di rilevazione, il complesso di reazione catturato sulla membrana viene posto nel lettore Threshold che contiene urea come substrato e il sensore potenziometrico indirizzabile dalla luce (Light-Addressable Potentiometric Sensor, LAPS). All’interno del lettore, l’urea viene idrolizzata dall’ureasi producendo una modifica del pH in un microvolume di meno di 1 μl. L’attività dell’ureasi in otto diversi campioni viene rilevata simultaneamente dal sensore durante una misurazione cinetica di 90 secondi. L’estrema sensibilità, precisione e riproducibilità del sistema Threshold® è dovuta alla combinazione del piccolo volume di campione e del sensore a basso rumore.

    Saggio del DNA totale Threshold®

    Saggio del DNA totale Threshold

    Fate clic qui per ingrandire l’immagine.

    Nella fase di reazione, gli anticorpi marcati, il campione contenente l’analita, la streptavidina e il coniugato anticorpo anti-fluoresceina/ureasi forniti nel kit di rilevazione ILA vengono incubati per formare un complesso di reazione. Poiché questo legame avviene in soluzione, tutte le molecole vengono mantenute nella loro conformazione nativa in modo da assicurare una misurazione accurata dell’analita e il 100% di attività degli anticorpi. Analogamente, nel saggio del DNA totale si forma un complesso di reazione quando la proteina biotinilata legante il DNA a singolo filamento e l’anticorpo anti-ssDNA, coniugato con ureasi, si legano senza specificità di sequenza al DNA a singolo filamento. Nel kit completo del saggio del DNA totale sono inclusi tutti i componenti per il saggio.

    Durante la fase di separazione, la forte affinità della streptavidina per la biotina viene utilizzata per catturare e concentrare i complessi di reazione su una membrana biotinilata mediante un passaggio di filtrazione. La stazione di lavoro Threshold contiene quattro unità di filtrazione a 8 canali con la possibilità di aggiungere due collettori ausiliari che rendono possibile la filtrazione simultanea di un totale di 96 campioni.

    Nella fase di rilevazione, il complesso di reazione catturato sulla membrana viene posto nel lettore Threshold che contiene urea come substrato e il sensore potenziometrico indirizzabile dalla luce (Light-Addressable Potentiometric Sensor, LAPS). All’interno del lettore, l’urea viene idrolizzata dall’ureasi producendo una modifica del pH in un microvolume di meno di 1 μl. L’attività dell’ureasi in otto diversi campioni viene rilevata simultaneamente dal sensore durante una misurazione cinetica di 90 secondi. L’estrema sensibilità, precisione e riproducibilità del sistema Threshold® è dovuta alla combinazione del piccolo volume di campione e del sensore a basso rumore.

Risorse dei saggi di rilevazione di contaminanti