RISPOSTA ALLA COVID-19. Nel corso di questa pandemia siamo impegnati a sostenere la nostra comunità scientifica. Scopri di più

Strumento autonomo con schermo a sfioramento e porte integrate per i campioni per piccoli volumi e cuvette

 

Lo spettrofotometro per microvolumi SpectraMax® QuickDrop™ quantifica quantità molto ridotte di DNA, RNA, oligo e proteine. Il minimo ingombro e il controllo tramite touchscreen agevolano l'allestimento in laboratorio con minimo investimento di tempo, di costi e di sforzi. La porta integrata per microcampioni in microvolumi permette di lavorare con volumi di campioni che arrivano fino a 0,5 µl, mentre la porta per la cuvetta amplia la capacità del campione in modo da includere volumi superiori.

  • Icona Aumento della sensibilità

    Aumento della sensibilità

    Lo SpectraMax QuickDrop ha un tempo di lettura di 4 secondi e nessuna parte in movimento. Mantiene una lunghezza del cammino precisa, restituendovi risultati rapidi e accurati indipendentemente dalla viscosità.

  • Icona Facilità di utilizzo

    Facilità di utilizzo

    Il grande touchscreen ad alta risoluzione offre metodiche di analisi preconfigurate, un facile allestimento di esperimenti personalizzati, inclusi i saggi cinetici, e vi permette di lavorare in 6 lingue differenti.

  • Icona Ottimizzate i flussi di lavoro

    Flussi di lavoro ottimizzati

    Lo spettrofotometro non richiede manutenzione né calibrazione. La pulizia in un'unica passata ottimizza il vostro flusso di lavoro e vi permette di spostarvi rapidamente da campione a campione.

Spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

Spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

Funzioni

  • Icona Ridotto

    Ingombro ridotto

    Questa unità autonoma con ingombro ridotto non richiede collegamento diretto a un computer dedicato.

  • Icona Analisi

    Flessibilità dell'analisi dei dati

    I risultati possono essere visualizzati sul grande touchscreen, oppure i dati possono essere esportati su un computer per un'analisi aggiuntiva usando una chiavetta USB.

Ultime risorse

18

Applicazioni dello spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

  • Assorbanza

    Assorbanza

    Imparate ogni aspetto della rilevazione dell'assorbanza, come funziona, in che modo si misura e come si può usare per calcolare la concentrazione. Forniamo inoltre informazioni sulle comuni applicazioni e saggi in assorbanza, inclusi gli ELISA, la quantificazione delle proteine e degli acidi nucleici, e la crescita microbica.

    Scopri di più 

    Quantificazione di DNA/RNA

    Quantificazione di DNA/RNA

    L'assorbanza di un campione di DNA misurata a 260 nm su uno spettrofotometro o un lettore per micropiastre può essere usata per calcolarne la concentrazione. La quantificazione dell'assorbanza funziona su campioni variabili da circa 0,25 ug/ml a circa 125 ug/ml in formato a micropiastra. Alcune strumentazioni permettono la quantificazione di volumi di campioni molto piccoli, fino a 2 ul. Ove sia richiesta maggiore sensibilità, le metodiche in fluorescenza permettono la quantificazione di quantità di DNA fino a pochi picogrammi.

    Leggi la nota applicativa 

  • Analisi di alimenti/bevande

    Analisi di alimenti/bevande

    La birra è una delle bevande più diffuse in tutto il mondo. Il processo di birrificazione prevede soprattutto acqua, una fonte di zucchero, agenti aromatizzanti/amaricanti (luppoli) e lievito di birra. Detto semplicemente, il produttore di birra crea un ambiente ricco di nutrienti in modo che il lievito metabolizzi lo zucchero in alcol e CO2, e aggiunge elementi secondari che influenzano il sapore. Nel corso del tempo il processo di birrificazione è diventato sempre più complesso. Come tale, i produttori di birra devono disporre di eccellenti processi di controllo della qualità per garantire una qualità elevata e un gusto costante per tutti i loro lotti. 

    Leggi la nota applicativa 

    Microbiologia e contaminanti

    microbiology-contaminant-monitor

    Si stima che i microbi, compresi i batteri, rappresentino circa il 15 percento della biomassa esistente sulla terra e i microbi presenti nel corpo umano sono 10 volte più numerosi delle cellule umane. Questi microrganismi ci offrono notevoli benefici e sono anche vitali per numerosi campi di ricerca, dalla medicina alla produzione di energia alternativa. In compenso, per garantire la sicurezza dei prodotti farmaceutici, i microbi e le sostanze tossiche che essi producono devono essere monitorati. Gli scienziati le cui ricerche sono basate sull’uso di cellule di mammifero devono monitorare attentamente queste colture per rilevare eventuali contaminanti microbici indesiderati allo scopo di garantire l’affidabilità dei risultati sperimentali ottenuti.

    Scopri di più 

  • Rilevazione, quantificazione e analisi delle proteine

    Rilevazione di proteine

    La rilevazione, la quantificazione e l’analisi delle proteine sono fondamentali per l'indagine di una vasta gamma di processi biologici. La misurazione della concentrazione delle proteine è necessaria in processi che vanno dalla purificazione e marcatura delle proteine alla preparazione dei campioni per l’elettroforesi. Le proteine possono essere quantificate direttamente mediante la misurazione dell’assorbanza a 280 nm oppure indirettamente utilizzando metodi colorimetrici (BCA, Bradford, ecc.) o fluorimetrici che offrono vantaggi come una maggiore sensibilità. Per identificare e misurare una specifica proteina in un campione complesso, ad esempio siero o un lisato cellulare, è possibile utilizzare un saggio ELISA.

    Scopri di più 

Specifiche e opzioni dello spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

 

*Utilizzando impostazioni e velocità di lettura più basse possibili ove disponibili.

Risorse dello spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

Presentazioni
Video e webinar
Leggi-copia-incolla-analizza. Ripeti... Suona familiare

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre: Leggi-copia-incolla-analizza. Ripeti... Vi suona familiare?

Oltre i fondamenti

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre: Oltre i fondamenti: in tempo reale, tempo di risoluzione ed energia di trasferimento

il manuale dice che devo essere eccitato a 490 nm

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre: “Ottimizzazione? Ma il manuale dice che devo essere eccitato a 490 nm!"

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre: OD, RFU o RLU - Cosa sono esattamente e perché più grande non sempre vuol dire migliore!

Decisioni, decisioni e come chiarirsi le idee

Leggende metropolitane sui lettori per micropiastre: Quale lettore per micropiastre? Decisioni, decisioni e come avere meno confusione in testa!

Spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

Spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop

Video tutorial per lo spettrofotometro QuickDrop

Video tutorial per lo spettrofotometro QuickDrop

  • Citation
    Dated: Aug 26, 2020
    Publication Name: Horticulture, Environment, and Biotechnology

    Enhanced detoxification of exogenous toluene gas in transgenic Ardisia pusilla expressing AtNDPK2 gene

    The Arabidopsis nucleoside diphosphate kinase 2 (AtNDPK2) gene is known to regulate the cellular redox state, and to enhance tolerance to multiple stressors in plants. In this study, we transferred AtNDPK2 under the stress-inducible promoter SWPA2 into Ardisia pusilla to enhance the plants’ ability to detoxify toluene gas. Thirty transgenic A.… View more

    The Arabidopsis nucleoside diphosphate kinase 2 (AtNDPK2) gene is known to regulate the cellular redox state, and to enhance tolerance to multiple stressors in plants. In this study, we transferred AtNDPK2 under the stress-inducible promoter SWPA2 into Ardisia pusilla to enhance the plants’ ability to detoxify toluene gas. Thirty transgenic A. pusilla lines were confirmed by PCR analysis with AtNDPK2 and NPTII gene-specific primers. In addition, four transgenic A. pusilla lines were further confirmed by Southern blot analysis to verify the gene copy number. Three transgenic lines showed a single-copy transgene insertion, and one transgenic line had two transgene insertions. To test the gene expression of AtNDPK2 in the transgenic A. pusilla lines exposed to and not exposed to toluene treatment, qRT-PCR analysis was performed. The gene expression of AtNDPK2 in transgenic A. pusilla plants exposed to toluene treatment was significantly higher than that of transgenic plants not exposed to toluene treatment. Finally, we measured toluene removal efficiency of the transgenic and non-transgenic A. pusilla lines exposed to toluene-contaminated air. There was a statistically significant difference between the transgenic and non-transgenic A. pusilla lines at all time points (p < 0.001). The highest toluene removal efficiency (797.33 ± 59.41 µg m−3 cm−2 leaf area) was recorded in the transgenic A. pusilla line NDPK2-12-4 after 3 h of exposure to toluene, while the non-transgenic line showed little toluene removal efficiency (206.2 ± 31.19 µg m−3 cm−2 leaf area). These results suggest that the capacity for detoxifying toluene gas is related to the AtNDPK2 gene in A. pusilla. Therefore, this study provides useful results to reduce toluene pollution in indoor air.

    Contributors: Chang Ho Ahn, Nan-Sun Kim, Ju Young Shin, Young Ah Lee, Kwang Jin Kim, Jeong Ho Kim, Pil Man Park, Hye Ryun An, Yae-Jin Kim, Won Hee Kim & Su Young Lee  
    Go to article

  • Citation
    Dated: May 06, 2020
    Publication Name: AMB Express

    Survival strategy of Pseudomonas aeruginosa on the nanopillar topography of dragonfly (Pantala flavescens) wing

    Discovery of nanopillars on the surface of the insect wings had led to the understanding of its bactericidal property. Nanopillar topography is deterrent to only those bacteria that are attached, or in close contact with the nanopillars. The present study investigated the variation in the viability of Pseudomonas aeruginosa strains PAO1 (virulent… View more

    Discovery of nanopillars on the surface of the insect wings had led to the understanding of its bactericidal property. Nanopillar topography is deterrent to only those bacteria that are attached, or in close contact with the nanopillars. The present study investigated the variation in the viability of Pseudomonas aeruginosa strains PAO1 (virulent) and ATCC 9027 (avirulent) on the wing surface of dragonfly (Pantala flavescens). Viability study indicated that only 0.2% ATCC 9027 survived when incubated with wing for 48 h in Phosphate buffered saline, while under the same conditions 43.47% PAO1 survived. Enumeration of Pseudomonas attached to wing surface suggested that, the number of PAO1 attached on the wing surface was three times lesser than ATCC 9027. Propensity of attachment of P. aeruginosa strains PAO1 and ATCC 9027 on the wing surface investigated using scanning probe microscope indicated that P. aeruginosa ATCC 9027 showed adhesion to 88% of regions and, PAO1 showed adhesion to only 48% regions tested on wing surface. PAO1 survived the bactericidal effect of wing surface by evading attachment. Three clinical isolates tested which showed viability similar to PAO1 strain, also showed lower propensity to attach to wing surface. Transcriptional level analyses using RT-PCR suggested that flagellar genes (fliE and fleS) were downregulated and genes responsible for reversible to irreversible attachment (gcbA and rsmZ) were upregulated in ATCC 9027 than PAO1 on wing surface, indicating relatively higher attachment of ATCC 9027 on wing surface. The study suggests that virulent strains of P. aeruginosa may evade attachment on wing surface. The results gain significance as bioinspired surfaces are being created towards developing antibacterial medical implants and other antibacterial surface applications.

    Contributors: Banu Pradheepa Kamarajan & Ananthasubramanian Muthusamy  
    Go to article

  • Citation
    Dated: Jul 25, 2019
    Publication Name: International Journal of Applied Pharmaceutics

    Expression of the microfold cells in three-dimensional coculture system for in vitro cultivation of human norovirus

    Optimization of Caco-2 cells monoculture in the alginate hydrogel beads showed optimum number of cells of 1 × 106 cells/ml, indicated by the intact structure of the beads. Result of SEM showed clear structure of monoculture in the alginate hydrogel beads indicated by the presence of smooth and regular apical surface while the coculture showed… View more

    Optimization of Caco-2 cells monoculture in the alginate hydrogel beads showed optimum number of cells of 1 × 106 cells/ml, indicated by the intact structure of the beads. Result of SEM showed clear structure of monoculture in the alginate hydrogel beads indicated by the presence of smooth and regular apical surface while the coculture showed reduced apical surface of M cells. The result of WB showed downregulation of Ulex europaeus antibody expression.

    Contributors: Mizanurfakhri Ghazali, Sharaniza AB-Rahim, Mudina Muhamad  
    Go to article

Prodotti e servizi correlati dello spettrofotometro per microvolumi SpectraMax QuickDrop