RISPOSTA ALLA COVID-19. Nel corso di questa pandemia siamo impegnati a sostenere la nostra comunità scientifica. Scopri di più

Rilevazione della luminescenza in modalità flash e glow con una piattaforma aggiornabile

 

Il lettore per micropiastre SpectraMax® L misura i saggi in luminescenza in modalità flash e glow in piastre a 96 e 384 pozzetti. Può essere aggiornato in modo da includere un lettore di codici a barre, iniettori programmabili e configurazioni a doppio canale per raddoppiare le prestazioni per applicazioni a medio rendimento. I tubi fotomoltiplicatori (Photomultiplier Tubes, PMT) a elevata sensibilità e basso rumore e la configurazione degli iniettori a volume variabile rendono questo lettore la soluzione ideale per saggi a cinetica rapida che richiedono un monitoraggio continuo durante l’iniezione e la misurazione.

  • Rilevazione di tutti i campioni

    Rilevazione di tutti i campioni

    La tecnologia analogica e di conteggio dei fotoni offre un intervallo dinamico di nove ordini di grandezza, eliminando la necessità di diluire i campioni ad alta luminescenza e garantendo allo stesso tempo un’elevata sensibilità per quelli a bassa luminescenza.

  • Possibilità di raddoppiare la velocità

    Possibilità di raddoppiare la velocità

    La configurazione a 2 canali è disponibile con 0, 2, o 4 iniettori. La configurazione a 4 iniettori permette di raddoppiare la velocità per i saggi tradizionali in modalità flash e glow.

  • Automazione dei flussi di lavoro degli iniettori

    Automazione dei flussi di lavoro degli iniettori

    Gli iniettori autopulenti possono essere programmati per essere sciacquati dopo ogni utilizzo, invertendo la direzione del flusso in modo da permettere il recupero dei reagenti.

SpectraMax-L-Lumi

SpectraMax-L-Lumi

Funzioni

  • Icona Rumore ridotto

    Rumore ridotto

    La tecnologia di conteggio dei fotoni ultraveloce amplifica il segnale del PMT con un amplificatore a impulsi rapidi. Questa capacità di riduzione del rumore permette di ottenere un rapporto segnale/rumore più alto e una bassa diafonia.

  • Icona Misurazione

    Calibrazione del PMT

    Il metodo di calibrazione automatica del PMT è basato sulle letture di 4 LED interni a 395, 470, 527, e 570 nm. Il metodo di calibrazione manuale del PMT è basato sulle letture di 4 pozzetti del saggio stesso.

Ultime risorse

21

Applicazioni del lettore per micropiastre SpectraMax L

  • Saggi di vitalità cellulare basati sull’ATP

    Saggi di vitalità cellulare basati sull’ATP

    I saggi in luminescenza basati sull’ATP per la vitalità cellulare e la citotossicità offrono un metodo rapido e sensibile per misurare il numero di cellule vitali in coltura e quantificare gli effetti citotossici dei trattamenti sperimentali. Con il lettore per micropiastre SpectraMax®, questi saggi possono essere eseguiti in un formato ad alto rendimento.

    Scoprite il saggio di vitalità cellulare in luminescenza CellTiter-Glo e altro:

    Salute cellulare

    cell-viability-proliferation

    La vitalità cellulare si riferisce al numero di cellule sane in una popolazione e può essere valutata usando saggi che misurano l’attività enzimatica, l’integrità della membrana cellulare, la produzione di ATP e altri indicatori. Queste metodiche possono utilizzare letture in luminescenza, in fluorescenza o colorimetriche come indicatori della vitalità cellulare generale o anche di specifiche vie cellulari. I saggi di citotossicità e vitalità cellulare vengono spesso utilizzati per valutare l’effetto di un farmaco o di un altro trattamento e rappresentano validi strumenti nella ricerca di nuovi composti terapeutici; inoltre, permettono di approfondire la comprensione del funzionamento delle cellule normali.

    Scopri di più 

  • Segnalazione cellulare

    segnalazione cellulare

    La segnalazione cellulare permette alle cellule di rispondere al proprio ambiente come anche di comunicare con altre cellule. Le proteine situate sulla superficie cellulare possono ricevere segnali dall’ambiente circostante e trasmettere le informazioni all’interno della cellula attraverso una serie di interazioni proteiche e reazioni biochimiche che costituiscono una via di segnalazione. Gli organismi multicellulari si avvalgono di un’ampia gamma di vie di segnalazione per coordinare la corretta crescita, regolazione e funzionamento di cellule e tessuti. In caso di alterazioni della segnalazione tra le cellule o al loro interno, risposte cellulari inappropriate possono determinare lo sviluppo di tumori e di altre malattie.

    Scopri di più 

    ELISA in chemiluminescenza

    ELISA in chemiluminescenza

    I fattori di crescita vascolari endoteliali (Vascular Endothelial Growth Factors, VEGF) sono una famiglia di polipeptidi secreti che sono stati implicati nello sviluppo vascolare dei mammiferi e in processi patologici associati a una crescita anormale dei vasi sanguigni.

    Scoprite di più sul metodo ELISA in chemiluminescenza utilizzando il nostro luminometro e il nostro software di acquisizione e analisi dei dati:

  • Citotossicità

    Citotossicità

    La citotossicità viene spesso misurata in risposta a un trattamento sperimentale o a un potenziale farmaco. La disponibilità di un metodo per valutare facilmente la citotossicità in cellule trattate è essenziale per identificare nuovi trattamenti terapeutici o comprendere le vie di segnalazione cellulare che influiscono sulla salute delle cellule. Tra gli indicatori comuni della citotossicità si annoverano il livello di ATP in una popolazione cellulare e l’integrità delle membrane cellulari, caratteristiche che possono essere entrambe misurate con una varietà di saggi basati su micropiastre.

    Leggi la nota applicativa 

    Saggi di citotossicità

    Saggi di citotossicità

    La citotossicità viene spesso misurata in risposta a un trattamento sperimentale o a un potenziale farmaco. La disponibilità di un metodo per valutare facilmente la citotossicità in cellule trattate è essenziale per identificare nuovi trattamenti terapeutici o comprendere le vie di segnalazione cellulare che influiscono sulla salute delle cellule. Tra gli indicatori comuni della citotossicità si annoverano il livello di ATP in una popolazione cellulare e l’integrità delle membrane cellulari, caratteristiche che possono essere entrambe misurate con una varietà di saggi basati su micropiastre.

    Scoprite di più sulla citotossicità nelle cellule:

  • ELISA

    Elisa

    I saggi di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) si usano per misurare la quantità di una specifica proteina, tramite un formato a micropiastre, e nei casi più frequenti i risultati vengono rilevati con l'assorbanza nell'intervallo di lunghezze d'onda del visibile. I formati ELISA chemioluminescenti e fluorescenti offrono un aumento della sensibilità per una quantificazione accurata degli analiti meno abbondanti.

    Scopri di più 

    Luminescenza

    Luminescenza

    Scoprite di più sulla rilevazione della luminescenza: cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi della luminescenza rispetto ad altre modalità di rilevazione. Saranno descritti i principali saggi basati sulla luminescenza, compresi saggi con geni reporter a doppia luciferasi, ELISA in chemiluminescenza, saggi di citotossicità e BRET.

    Scopri di più  

  • Microbiologia e contaminanti

    microbiology-contaminant-monitor

    Si stima che i microbi, compresi i batteri, rappresentino circa il 15 percento della biomassa esistente sulla terra e i microbi presenti nel corpo umano sono 10 volte più numerosi delle cellule umane. Questi microrganismi ci offrono notevoli benefici e sono anche vitali per numerosi campi di ricerca, dalla medicina alla produzione di energia alternativa. In compenso, per garantire la sicurezza dei prodotti farmaceutici, i microbi e le sostanze tossiche che essi producono devono essere monitorati. Gli scienziati le cui ricerche sono basate sull’uso di cellule di mammifero devono monitorare attentamente queste colture per rilevare eventuali contaminanti microbici indesiderati allo scopo di garantire l’affidabilità dei risultati sperimentali ottenuti.

    Scopri di più 

    Monitoraggio dei micoplasmi

    Monitoraggio dei micoplasmi

    I micoplasmi, i procarioti più piccoli e più semplici, sono contaminanti comuni delle colture cellulari. I sintomi della contaminazione da micoplasmi includono una riduzione del tasso di proliferazione e alterazioni delle risposte cellulari, compresa l’espressione genica

    Scoprite in che modo i saggi MycoAlert e MycoAlert PLUS di Lonza permettono di rilevare in maniera rapida e conveniente la presenza di micoplasmi vitali nelle colture cellulari utilizzando un lettore di luminescenza per micropiastre

  • NanoBRET/BRET

    NanoBRET/BRET

    Il trasferimento di energia per risonanza della bioluminescenza (Bioluminescence Resonance Energy Transfer, BRET) è una tecnica per la misurazione delle interazioni proteina-proteina o proteina-ligando che prevede l’interazione di un donatore bioluminescente e un accettore fluorescente.

    La rilevazione dei segnali NanoBRET e l’analisi dei dati ottenuti richiedono strumentazione sensibile e software avanzato. Registratevi per scoprire di più:

    Rilevazione, quantificazione e analisi delle proteine

    Rilevazione di proteine

    La rilevazione, la quantificazione e l’analisi delle proteine sono fondamentali per l'indagine di una vasta gamma di processi biologici. La misurazione della concentrazione delle proteine è necessaria in processi che vanno dalla purificazione e marcatura delle proteine alla preparazione dei campioni per l’elettroforesi. Le proteine possono essere quantificate direttamente mediante la misurazione dell’assorbanza a 280 nm oppure indirettamente utilizzando metodi colorimetrici (BCA, Bradford, ecc.) o fluorimetrici che offrono vantaggi come una maggiore sensibilità. Per identificare e misurare una specifica proteina in un campione complesso, ad esempio siero o un lisato cellulare, è possibile utilizzare un saggio ELISA.

    Scopri di più 

  • Specie reattive dell’ossigeno (ROS)

    Specie reattive dell’ossigeno (ROS)

    Le specie reattive dell’ossigeno (Reactive Oxygen Species, ROS) sono molecole chimicamente reattive che contengono ossigeno. Negli eucarioti, queste molecole vengono generate principalmente durante la respirazione aerobica e possono causare problemi, come danni al DNA e perossidazione dei lipidi, con conseguenti danni cellulari.  

    Viene illustrato come possono essere utilizzati i lettori per micropiastre SpectraMax per quantificare in maniera accurata i livelli di ROS utilizzando un saggio basato sulla luminescenza:

    Saggio con geni reporter

    Saggio reporter ad alta risoluzione SpectraMax DuoLuc

    I saggi con geni reporter permettono ai ricercatori di determinare se un gene è espresso e a che livello. Vengono utilizzati per studiare le vie di segnalazione, la regolazione genica, la struttura degli elementi regolatori e molto altro. Un vettore con gene reporter è costituito da un promotore o gene di interesse e da un gene reporter come la luciferasi di lucciola, che codifica per una proteina la cui attività può essere facilmente misurata. Il vettore viene trasfettato in cellule di mammifero e quando il gene di interesse è attivo nelle cellule, il gene reporter viene anch’esso espresso e può essere misurato utilizzando reagenti di rilevazione appropriati.

    Leggi la nota applicativa 

  • Saggi con geni reporter a singola/doppia luciferasi

    Saggi con geni reporter a singola e doppia luciferasi

    I saggi con geni reporter rappresentano strumenti importanti per lo studio dell’espressione genica associata all’attivazione di vie cellulari. Le cellule vengono trasfettate con un plasmide contenente il gene reporter e una sequenza di interesse, solitamente un promotore o un altro elemento di controllo trascrizionale. Quando il promotore è attivato, il gene reporter viene espresso ed è possibile misurarne i livelli.

    Scoprite di più sul saggio con geni reporter a doppia luciferasi:

Specifiche e opzioni del lettore per micropiastre SpectraMax L

Risorse del lettore per micropiastre SpectraMax L

Presentazioni
Video e webinar
Scoperta e mappatura funzionale fine di loci di caratteri quantitativi di espressione in tessuto epatico primario

Scoperta e mappatura funzionale fine di loci di caratteri quantitativi di espressione in tessuto epatico primario

  • Citation
    Dated: Dec 15, 2020
    Publication Name: Molecular Devices

    Cytotoxicity in Cells: Easy Determination Using Lonza ViaLight Plus and ToxiLight BioAssays on the SpectraMax L Microplate Luminometer

    Bioluminescent cytotoxicity assays offer the user increased detection limits, speed, and accuracy, and have been well documented (Crouch et al., 1993). Healthy cells maintain a high constant ATP concentration in culture. During proliferation, the total ATP in the culture increases in line with cell number. Conversely, dying cells are unable to… View more

    Bioluminescent cytotoxicity assays offer the user increased detection limits, speed, and accuracy, and have been well documented (Crouch et al., 1993). Healthy cells maintain a high constant ATP concentration in culture. During proliferation, the total ATP in the culture increases in line with cell number. Conversely, dying cells are unable to maintain their high ATP level, as synthesis becomes compromised, and so levels are seen to reduce. The level of ATP present within a culture is indicative of the number of viable cells present, and ATP assays have been shown to be one of the most predictive general cytotoxicity methods

    Contributors: Claire Scholfield Ph.D, Tracy Simmons Ph.D, Susan Gill M.Sc., Lonza Walkerville, Inc.; and Cathy Olsen Ph.D, Molecular Device  
    Go to article

  • Citation
    Dated: Dec 15, 2020
    Publication Name: Molecular Devices

    Chemiluminescent VEGF ELISA Using the SpectraMax L Microplate Luminometer

    Vascular endothelial growth factors (VEGFs) are a family of secreted polypeptides that have been implicated in mammalian vascular development and in disease processes involving abnormal blood vessel growth. VEGFs are expressed during embryogenesis, where deletion of even a single VEGF allele severely disrupts vasculogenesis and is embryonic lethal… View more

    Vascular endothelial growth factors (VEGFs) are a family of secreted polypeptides that have been implicated in mammalian vascular development and in disease processes involving abnormal blood vessel growth. VEGFs are expressed during embryogenesis, where deletion of even a single VEGF allele severely disrupts vasculogenesis and is embryonic lethal. VEGF165 is the most abundant and biologically active isoform of VEGF found in mammals.1 The QuantiGlo Chemiluminescent VEGF Immunoassay is a solid phase ELISA that measures VEGF165 levels in cell culture supernatants, serum, plasma, saliva, and urine. It uses the quantitative sandwich enzyme immunoassay technique in which a monoclonal antibody specific for VEGF is coated onto a microplate and standards and samples are added to the wells.2 Unbound material is washed away, and a horseradish peroxidase-linked polyclonal antibody-specific for VEGF is added to the wells.

    Contributors: Cathy Olsen, Ph.D., Molecular Devices,  
    Go to article

  • Citation
    Dated: Apr 03, 2011
    Publication Name: Nuclear Medicine and Biology

    Luminescence imaging using radionuclides: a potential application in molecular imaging

    Nuclear and optical imaging are complementary in many aspects and there would be many advantages when optical imaging probes are prepared using radionuclides rather than classic fluorophores, and when nuclear and optical dual images are obtained using single imaging probe. View more

    Nuclear and optical imaging are complementary in many aspects and there would be many advantages when optical imaging probes are prepared using radionuclides rather than classic fluorophores, and when nuclear and optical dual images are obtained using single imaging probe.

    Contributors: Jeong Chan Park, Gwang Il An, Se-Il Park, Jungmin Oh, Hong Joo Kim, Yeong Su Ha, Eun Kyung Wang, Kyeong Min Kim Jung Young Kim, Jaetae Lee Michael J.Welch f, Jeongsoo Yoo  
    Go to article

Lettore per micropiastre SpectraMax® L

Prodotto Codice prodotto
Lettore per micropiastre SpectraMax L SpectraMax L
Config
Set di filtri BRET1 (480 nm/535 nm) 0310-5706
Set di filtri BRET2 (410 nm/515 nm) 0310-5707
Lettore di codici a barre 0310-5743
Piastra di validazione della luminescenza SpectraTest 0200-6186
Unità di base dell’impilatore per la manipolazione di micropiastre StakMax STAKMAX
Mensola per lettore per micropiastre 9000-0756

Prodotti e servizi correlati del lettore per micropiastre SpectraMax L