RISPOSTA ALLA COVID-19. Nel corso di questa pandemia siamo impegnati a sostenere la nostra comunità scientifica. Scopri di più

Il pipettamento automatico assicura prestazioni uniformi nelle diverse condizioni dei saggi eseguiti su una micropiastra

 

Il lettore per micropiastre multimodale FlexStation® 3 esegue misurazioni di assorbanza, intensità della fluorescenza, polarizzazione della fluorescenza, luminescenza e fluorescenza a tempo risolto. Il sistema programmabile di gestione dei liquidi permette di eseguire saggi biochimici e basati su cellule in maniera perfettamente sincronizzata e automatizzata. Il lettore aggiunge fino a tre trasferimenti di reagenti del saggio da una piastra sorgente a 96 o 384 pozzetti per migliorare la progettazione dei saggi utilizzando la fluidica integrata.

  • Più condizioni per i saggi

    Più condizioni per i saggi

    Definizione dei singoli reagenti da erogare in ciascun pozzetto con riduzione del consumo di reagenti e possibilità di esaminare un maggior numero di condizioni dei saggi su una singola micropiastra.

  • Automazione

    Pipettamento automatico

    Miglioramento della qualità dei saggi e aumento del rendimento grazie al pipettamento automatico, che assicura tempi di aggiunta uniformi e minimizzazione degli errori, permettendo di ottenere CV dei saggi più stretti all’interno di uno stesso esperimento e tra esperimenti diversi.

  • Validazione del lettore

    Validazione del lettore

    Possibilità di ottenere la validazione del trasferimento di fluidi con la funzione PathCheck, che permette di quantificare le prestazioni della testina del pipettatore. L’utilizzo con il software SoftMax® Pro e con i protocolli di validazione IQ/OQ/PQ assicura la conformità alla normativa FDA 21 CFR Part 11.

Lettore per micropiastre multimodale 3 FlexStation

Lettore per micropiastre multimodale 3 FlexStation

Funzioni

  • Icona Automazione

    Pipettatore integrato

    Il pipettatore integrato a 8 o 16 canali aumenta la flessibilità dei saggi permettendo il trasferimento di reagenti da 96 o 384 pozzetti diversi da una piastra sorgente alla piastra di lettura. 

  • Icona Semplificazione

    Eccitazione ottimale per il saggio

    Il doppio monocromatore permette agli utenti di ottenere le lunghezze d’onda di eccitazione ed emissione ottimali per il saggio e di eliminare la necessità di cambiare costosi filtri passa banda tra gli esperimenti.

  • Icona Rendimento

    Applicazioni a basso volume

    La micropiastra per microvolumi SpectraDrop™ rappresenta una soluzione ad alto rendimento per le misurazioni su bassi volumi, abbreviando il tempo di preparazione dei campioni e permettendo una maggiore produttività nella ricerca su DNA, RNA e proteine.

  • Icona Connettività

    Integrazione di robot

    Il lettore FlexStation 3 può essere integrato con tutti i robot dei principali partner e con la nostra soluzione di automazione pronta all’uso, che consente di ridurre il tempo di integrazione iniziale e risparmiare risorse.

Garantite la conformità e integrità dei dati con la massima fiducia

La nostra esauriente gamma di soluzioni consolidate per la conformità destinate ai laboratori GMP/GLP può far compiere un balzo in avanti ai vostri sforzi per stabilire in modo rapido e sicuro un laboratorio che sia conforme.

  • I lettori e le lavatrici per micropiastre migliori supportano ogni vostra esigenza per quanto riguarda i saggi
  • I servizi IQ/OQ/PM preservano la documentazione relativa agli strumenti in formato digitale e conforme
  • I servizi di installazione di software verificano e documentano che i componenti richiesti siano installati secondo le specifiche operative
  • Il servizio di validazione del software supporta le linee guida FDA 21 CFR Part 11
  • Le piastre di validazione testano le prestazioni del vostro lettore di micropiastre usando materiali tracciabili per ottenere risultati affidabili
Soluzioni per la conformità GxP per i laboratori GMP-GLP

 

Ultime risorse

35

Applicazioni del lettore per micropiastre multimodale FlexStation 3

  • Assorbanza

    Assorbanza

    Imparate ogni aspetto della rilevazione dell'assorbanza, come funziona, in che modo si misura e come si può usare per calcolare la concentrazione. Forniamo inoltre informazioni sulle comuni applicazioni e saggi in assorbanza, inclusi gli ELISA, la quantificazione delle proteine e degli acidi nucleici, e la crescita microbica.

    Scopri di più 

    Segnalazione cellulare

    segnalazione cellulare

    La segnalazione cellulare permette alle cellule di rispondere al proprio ambiente come anche di comunicare con altre cellule. Le proteine situate sulla superficie cellulare possono ricevere segnali dall’ambiente circostante e trasmettere le informazioni all’interno della cellula attraverso una serie di interazioni proteiche e reazioni biochimiche che costituiscono una via di segnalazione. Gli organismi multicellulari si avvalgono di un’ampia gamma di vie di segnalazione per coordinare la corretta crescita, regolazione e funzionamento di cellule e tessuti. In caso di alterazioni della segnalazione tra le cellule o al loro interno, risposte cellulari inappropriate possono determinare lo sviluppo di tumori e di altre malattie.

    Scopri di più 

  • ELISA

    Elisa

    I saggi di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) si usano per misurare la quantità di una specifica proteina, tramite un formato a micropiastre, e nei casi più frequenti i risultati vengono rilevati con l'assorbanza nell'intervallo di lunghezze d'onda del visibile. I formati ELISA chemioluminescenti e fluorescenti offrono un aumento della sensibilità per una quantificazione accurata degli analiti meno abbondanti.

    Scopri di più 

    Attività enzimatica

    Attività enzimatica

    L’attività enzimatica può essere monitorata in tempo reale utilizzando un substrato cromogeno che, dopo essere stato aggiunto all’enzima, determina una variazione di colore rilevabile con un lettore di assorbanza per micropiastre. L’uso di uno strumento con funzioni integrate di gestione dei liquidi permette di aggiungere automaticamente il substrato mentre la reazione viene monitorata, consentendo la rilevazione della parte iniziale della reazione e quindi stime più precise dell’affinità di legame.

    Leggi la nota applicativa 

  • Saggi di mobilizzazione del calcio a cinetica rapida

    Saggi cinetici di mobilizzazione del calcio

    L’attivazione dei recettori accoppiati a proteina Gq (G Protein-Coupled Receptor, GPCR) può essere monitorata misurando l’aumento di calcio intracellulare con coloranti fluorescenti. Un colorante sensibile al calcio viene introdotto nel citoplasma della cellula. Dopo il legame del ligando al recettore, il calcio viene rilasciato nel citoplasma della cellula. Il colorante si lega al calcio intracellulare e viene misurato un aumento della fluorescenza.

    Leggi la nota applicativa 

    Fluorescenza

    Fluorescenza

    Scoprite ogni aspetto della rilevazione in fluorescenza, cos'è, come funziona e gli strumenti usati per misurare la fluorescenza di un campione. Disponiamo inoltre di numerosi saggi basati sulla fluorescenza, tra cui la vitalità cellulare, l'attività GPCR e la quantificazione fluorescente degli acidi nucleici.

    Scopri di più  

  • Polarizzazione della fluorescenza (PF)

    Polarizzazione della fluorescenza

    La polarizzazione della fluorescenza (PF) è una tecnica usata diffusamente per monitorare gli eventi di legame in soluzione. Si può usare per valutare le interazioni biomolecolari, tra cui il legame proteina-anticorpo e l’ibridazione del DNA, così come l’attività enzimatica, ed è stata adattata alla ricerca di base e allo screening ad alto rendimento.

    Scopri di più  

    Luminescenza

    Luminescenza

    Scoprite di più sulla rilevazione della luminescenza: cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi della luminescenza rispetto ad altre modalità di rilevazione. Saranno descritti i principali saggi basati sulla luminescenza, compresi saggi con geni reporter a doppia luciferasi, ELISA in chemiluminescenza, saggi di citotossicità e BRET.

    Scopri di più  

  • Microbiologia e contaminanti

    microbiology-contaminant-monitor

    Si stima che i microbi, compresi i batteri, rappresentino circa il 15 percento della biomassa esistente sulla terra e i microbi presenti nel corpo umano sono 10 volte più numerosi delle cellule umane. Questi microrganismi ci offrono notevoli benefici e sono anche vitali per numerosi campi di ricerca, dalla medicina alla produzione di energia alternativa. In compenso, per garantire la sicurezza dei prodotti farmaceutici, i microbi e le sostanze tossiche che essi producono devono essere monitorati. Gli scienziati le cui ricerche sono basate sull’uso di cellule di mammifero devono monitorare attentamente queste colture per rilevare eventuali contaminanti microbici indesiderati allo scopo di garantire l’affidabilità dei risultati sperimentali ottenuti.

    Scopri di più 

    Rilevazione, quantificazione e analisi delle proteine

    Rilevazione di proteine

    La rilevazione, la quantificazione e l’analisi delle proteine sono fondamentali per l'indagine di una vasta gamma di processi biologici. La misurazione della concentrazione delle proteine è necessaria in processi che vanno dalla purificazione e marcatura delle proteine alla preparazione dei campioni per l’elettroforesi. Le proteine possono essere quantificate direttamente mediante la misurazione dell’assorbanza a 280 nm oppure indirettamente utilizzando metodi colorimetrici (BCA, Bradford, ecc.) o fluorimetrici che offrono vantaggi come una maggiore sensibilità. Per identificare e misurare una specifica proteina in un campione complesso, ad esempio siero o un lisato cellulare, è possibile utilizzare un saggio ELISA.

    Scopri di più 

  • Saggio con geni reporter

    Saggio reporter ad alta risoluzione SpectraMax DuoLuc

    I saggi con geni reporter permettono ai ricercatori di determinare se un gene è espresso e a che livello. Vengono utilizzati per studiare le vie di segnalazione, la regolazione genica, la struttura degli elementi regolatori e molto altro. Un vettore con gene reporter è costituito da un promotore o gene di interesse e da un gene reporter come la luciferasi di lucciola, che codifica per una proteina la cui attività può essere facilmente misurata. Il vettore viene trasfettato in cellule di mammifero e quando il gene di interesse è attivo nelle cellule, il gene reporter viene anch’esso espresso e può essere misurato utilizzando reagenti di rilevazione appropriati.

    Leggi la nota applicativa 

    TRF, TR-FRET e HTRF

    A tempo risolto

    Scoprite tutto ciò che c’è da sapere sulla fluorescenza a tempo risolto: TRF e TR-FRET, compresi i saggi HTRF. Saranno fornite risorse applicative per aiutarvi nella vostra attività di ricerca, compresi saggi chinasici, vie di segnalazione cellulare, interazioni proteina-proteina, citotossicità cellulare e altro.

    Scopri di più  

Specifiche e opzioni del lettore per micropiastre multimodale FlexStation 3

 

*Utilizzando impostazioni e velocità di lettura più basse possibili ove disponibili.

Risorse del lettore per micropiastre multimodale FlexStation 3

Presentazioni
Video e webinar
Scelta del lettore per micropiastre più adatto

Considerazioni cruciali per la scelta del lettore per micropiastre più adatto

Espansione delle applicazioni dei saggi con i lettori multimodali

Espansione delle applicazioni con i lettori multimodali dai saggi ELISA alla tecnologia AlphaScreen

Lettore per micropiastre multimodale 3 FlexStation

Lettore per micropiastre multimodale 3 FlexStation

  • Citation
    Dated: Jan 12, 2022
    Publication Name: Humana Press

    Ratiometric Ca2+ Measurements Using the FlexStation® Scanning Fluorometer

    Many commercial organizations currently use the Fluorometric Imaging Plate Reader (FLIPR®: Molecular Devices, Sunnyvale, CA) to conduct highthroughput measurements of intracellular Ca2+ concentration (see Chapter 7 ), taking advantage of its rapid kinetics, reliability, and compatibility for automation. For the majority of industrial applications… View more

    Many commercial organizations currently use the Fluorometric Imaging Plate Reader (FLIPR®: Molecular Devices, Sunnyvale, CA) to conduct highthroughput measurements of intracellular Ca2+ concentration (see Chapter 7 ), taking advantage of its rapid kinetics, reliability, and compatibility for automation. For the majority of industrial applications, the primary limitation of FLIPR (i.e., its requirement for single wavelength fluorescent probes using visible light excitation) is not a significant issue. Indeed, visible light probes offer certain benefits over their ultraviolet (UV)-excited ratiometric counterparts, such as reduced sample autofluorescence and higher absorbance, thereby allowing relatively low concentrations of dye to be used. However, under certain circumstances researchers may prefer to conduct high-throughput experiments with ratiometric dyes, particularly when issues of dye leakage, photobleaching, or signal-to-noise ratio become a concern.

    Contributors: Ian C. B. Marshall, Izzy Boyfield, Shaun McNulty  
    Go to article

  • Citation
    Dated: Aug 17, 2011
    Publication Name: Jove Journal

    Cell-based Calcium Assay for Medium to High Throughput Screening of TRP Channel Functions using FlexStation 3

    The Molecular Devices' FlexStation 3 is a benchtop multi-mode microplate reader capable of automated fluorescence measurement in multi-well plates. It is ideal for medium- to high-throughput screens in academic settings. It has an integrated fluid transfer module equipped with a multi-channel pipetter and the machine reads one column at a time to… View more

    The Molecular Devices' FlexStation 3 is a benchtop multi-mode microplate reader capable of automated fluorescence measurement in multi-well plates. It is ideal for medium- to high-throughput screens in academic settings. It has an integrated fluid transfer module equipped with a multi-channel pipetter and the machine reads one column at a time to monitor fluorescence changes of a variety of fluorescent reagents. For example, FlexStation 3 has been used to study the function of Ca2+-permeable ion channels and G-protein coupled receptors by measuring the changes of intracellular free Ca2+ levels. Transient receptor potential (TRP) channels are a large family of nonselective cation channels that play important roles in many physiological and pathophysiological functions. Most of the TRP channels are calcium permeable and induce calcium influx upon activation. In this video, we demonstrate the application of FlexStation 3 to study the pharmacological profile of the TRPA1 channel, a molecular sensor for numerous noxious stimuli. HEK293 cells transiently or stably expressing human TRPA1 channels, grown in 96-well plates, are loaded with a Ca2+-sensitive fluorescent dye, Fluo-4, and real-time fluorescence changes in these cells are measured before and during the application of a TRPA1 agonist using the FLEX mode of the FlexStation 3. The effect of a putative TRPA1 antagonist was also examined. Data are transferred from the SoftMax Pro software to construct concentration-response relationships of TRPA1 activators and inhibitors.

    Contributors: Jialie Luo, Yingmin Zhu, Michael X. Zhu, Hongzhen Hu  
    Go to article

  • Citation
    Dated: Dec 15, 2005
    Publication Name: Journal of Neuroscience Methods

    FlexStation examination of 5-HT3 receptor function using Ca2+- and membrane potential-sensitive dyes: Advantages and potential problems

    The FlexStation is a 96 or 384 fluorescent plate reader with the capability of adding solutions during readings; it therefore has the potential to provide high throughput analyses of the functional characteristics of neurotransmitter-gated ion channels that can be examined using changes in fluorescence. The 5-HT3 receptor is one such protein, as… View more

    The FlexStation is a 96 or 384 fluorescent plate reader with the capability of adding solutions during readings; it therefore has the potential to provide high throughput analyses of the functional characteristics of neurotransmitter-gated ion channels that can be examined using changes in fluorescence. The 5-HT3 receptor is one such protein, as its activation results in a change in membrane potential due to the opening of a Ca2+-permeant, cation-selective channel; it can therefore be studied using both Ca2+- and membrane potential-sensitive fluorescent dyes. Here we have used the FlexStation to examine the function of recombinant 5-HT3 receptors expressed in HEK293 cells using both these classes of dye. The results show that the pharmacological characteristics of the receptor obtained using the FlexStation is similar to those reported using other functional methods, although caution must be applied when using the membrane potential dye as large changes in membrane potential can yield inaccurate EC50s. Modifying the constituents of the buffer, however, so that the change in membrane potential was reduced, yielded EC50 values that were similar to previously reported data. We conclude that the FlexStation is a useful tool for high throughput studies when examining the function of neurotransmitter receptors that result in either a change in Ca2+ concentration or membrane potential.

    Contributors: Kerry L .Price, Sarah C.R. Lummis  
    Go to article

Lettori per micropiastre multimodali della serie FlexStation® 3

Prodotto Codice articolo
Il lettore per micropiastre FlexStation 3 con software SoftMax Pro include: Sistema di base FlexStation 3, 1 anno di garanzia che copre componenti e manodopera. **Non include la testina del pipettatore a 8 o 16 canali, che va acquistata separatamente e DEVE essere ordinata al momento dell’ordine dello strumento. Flex3
Kit di base per microvolumi SpectraDrop™ 0200-6262
Kit HTS per microvolumi SpectraDrop™ 0200-6267
Protocolli di validazione IQ/OQ per il lettore per micropiastre multimodale da banco FlexStation 3 0112-0160

Prodotti e servizi correlati del lettore per micropiastre multimodale FlexStation 3