RISPOSTA ALLA COVID-19. Nel corso di questa pandemia siamo impegnati a sostenere la nostra comunità scientifica. Scopri di più

Saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA)

Cos’è un ELISA?

L’ELISA (saggio di immunoassorbimento enzimatico) è una metodica usata per rilevare in modo quantitativo un antigene in un campione. Un antigene è una tossina o un’altra sostanza estranea, ad esempio il virus dell’influenza o un contaminante ambientale, che determina lo sviluppo di una risposta difensiva da parte del sistema immunitario dei vertebrati. La gamma dei potenziali antigeni è vasta, per cui i saggi ELISA vengono utilizzati in numerose aree di ricerca e in molti test per rilevare e quantificare gli antigeni in un’ampia varietà di tipi di campioni. Mediante i saggi ELISA è possibile analizzare lisati cellulari, campioni di sangue, alimenti e altro per rilevare specifiche sostanze di interesse.

Esistono quattro tipi principali di ELISA: diretto, indiretto, competitivo e a sandwich. Di seguito è descritto ciascun tipo di saggio, con un diagramma che illustra in che modo gli analiti e gli anticorpi vengono legati e utilizzati.

  • ELISA diretto

    ELISA diretto

    In un saggio ELISA diretto, l’antigene viene immobilizzato sul fondo del pozzetto della micropiastra e poi si lega a un anticorpo che è specifico per l’antigene ed è coniugato a un enzima o a un’altra molecola che ne permette la rilevazione.

    ELISA indiretto

    ELISA indiretto

    In un saggio ELISA indiretto, l’antigene viene immobilizzato sul fondo del pozzetto della micropiastra, quindi viene aggiunto un anticorpo specifico per l’antigene. Successivamente, un anticorpo secondario coniugato a un enzima o a un’altra molecola di rilevazione si lega al primo anticorpo.

  • ELISA competitivo

    In un saggio ELISA competitivo, un antigene di riferimento viene immobilizzato sul fondo del pozzetto della micropiastra. Quindi vengono aggiunti nel pozzetto il campione e l’anticorpo cosicché l’eventuale antigene presente nel campione compete con l’antigene di riferimento per il legame all’anticorpo. Il materiale non legato viene eliminato mediante lavaggio. Quanto maggiore è la quantità di antigene presente nel campione, tanto minore sarà la quantità di anticorpo che si lega all’antigene di riferimento sul fondo del pozzetto e quindi tanto inferiore sarà il segnale.

    ELISA a sandwich

    ELISA a sandwich

    In un saggio ELISA a sandwich, vengono utilizzati due anticorpi specifici per due epitopi diversi sull’antigene bersaglio. L’anticorpo di cattura viene immobilizzato sul fondo del pozzetto della micropiastra e si lega a un epitopo dell’antigene. L’anticorpo di rilevazione, che è coniugato a un enzima che permette di determinarne la presenza, si lega a un diverso epitopo dell’antigene. (Se l’anticorpo di rilevazione non è coniugato, è necessario un anticorpo di rilevazione secondario coniugato a un enzima).

Procedura per eseguire un saggio ELISA a sandwich

La maggior parte dei saggi ELISA a sandwich viene eseguita in micropiastre e il fondo dei pozzetti delle piastre funge da superficie solida su cui vengono immobilizzati gli anticorpi e altri reagenti. Viene utilizzata una lavatrice per micropiastre per lavare via il materiale aspecifico presente nel pozzetto e un lettore di assorbanza per micropiastre ELISA rileva la variazione di colore che si verifica quando è presente l’antigene bersaglio. Quindi viene utilizzato un software per lettore per piastre per tracciare le curve standard e calcolare i risultati.

L’illustrazione qui di seguito mostra un flusso di lavoro per un tipico saggio ELISA a sandwich:

 

Passaggio 1: L’anticorpo di cattura viene immobilizzato nei pozzetti delle piastre ELISA

Passaggio 2: Aggiunta del campione nel pozzetto – L’antigene presente nel campione si lega all’anticorpo di cattura.

Passaggio 3: Lavaggio della micropiastra – Il materiale non legato viene lavato via, lasciando soltanto l’antigene di interesse

Passaggio 4: Aggiunta dell’anticorpo di rilevazione – L’anticorpo di rilevazione coniugato a un enzima si lega a un secondo sito sull’antigene di interesse

Passaggio 5: Lavaggio della micropiastra – Gli anticorpi non legati vengono lavati via, lasciando soltanto quelli specifici per il target di interesse

Passaggio 6: Aggiunta del substrato – Il substrato viene convertito dall’enzima coniugato all’anticorpo di rilevazione, provocando una variazione di colore

Passaggio 7: Lettura della piastra – Il lettore per micropiastre rileva il prodotto di reazione colorato e fornisce valori di densità ottica (Optical Density, OD)

Passaggio 8: Calcolo dei risultati – La quantità di antigene presente in ciascun campione viene calcolata e analizzata

 

Anche se un ELISA è facile da allestire, la procedura del saggio è laboriosa e richiede tempo. Le soluzioni di automazione per il laboratorio per i flussi di lavoro dei saggi ad alto rendimento basati su piastre permettono di avere tempo per dedicarsi ad altro, aumentando il rendimento, l’efficacia e l’efficienza della procedura del saggio e la riproducibilità.

Visualizza il protocollo ELISAAutomazione del flusso di lavoro ELISA

 

Saggi ELISA e applicazioni

 

Il saggio di immunoassorbimento enzimatico è una tecnica analitica si uso comune eseguita in numerosi laboratori biotecnologici e di ricerca. Di seguito potete trovare una raccolta di note applicative ed esempi di ricerche e tecnologie correlate a saggi ELISA e applicazioni significative.

 

  • ELISA in chemiluminescenza per il VEGF

    ELISA in chemiluminescenza per il VEGF

    I fattori di crescita vascolari endoteliali (Vascular Endothelial Growth Factors, VEGF) sono una famiglia di polipeptidi secreti che sono stati implicati nello sviluppo vascolare dei mammiferi e in processi patologici associati a una crescita anormale dei vasi sanguigni.

    Leggete la nota applicativa: ELISA in chemiluminescenza per il VEGF con il luminometro per micropiastre SpectraMax L

    Determinazione dell’aflatossina nella Cannabis

    Cannabis

    Qui viene illustrato come utilizzare il kit ELISA AgraQuant Total Aflatoxin 4/40 con il lettore per micropiastre SpectraMax® ABS Plus e il lettore per micropiastre multimodale SpectraMax® iD5 per determinare i livelli di aflatossina B1, B2, G1 e G2 in uno dei più comuni prodotti della Cannabis, il fiore.

    Leggete la nota applicativa: Determinazione dell'aflatossina totale nella Cannabis usando una metodica ELISA

  • Risultati più rapidi con i kit ELISA

    Un protocollo ELISA tipico prevede vari passaggi di incubazione e lavaggio e pertanto richiede tempo. I kit ELISA CatchPoint SimpleStep permettono agli utenti di eseguire il flusso di lavoro dei saggi ELISA in 90 minuti, con un risparmio di tempo di quasi due terzi rispetto ai saggi ELISA convenzionali.

    Leggete la nota applicativa: Risultati dei saggi ELISA più rapidi con i kit ELISA CatchPoint SimpleStep

    Alimenti e bevande

    food-beverage

    Per garantire qualità, autenticità e sicurezza, i produttori di alimenti e bevande devono eseguire un’ampia gamma di test sui loro prodotti. Molti di questi test sono basati su saggi ELISA, che vengono utilizzati in aree molto diverse tra loro, come il controllo della presenza di endotossine batteriche, micotossine, vari allergeni, ormoni che promuovono la crescita e antibiotici, e per l’identificazione delle specie di carne. Altri test di assorbanza possono essere adoperati per quantificare i livelli di determinate sostanze, come zuccheri, fenoli e acidi, negli alimenti.

    Scopri di più  

  • Quantificazione del glutine nella birra

    ELISA per la quantificazione del glutine

    Sono stati rilevati i livelli di gliadina in sei birre disponibili in commercio per determinare i livelli di glutine con il saggio ELISA competitivo RIDASCREEN Gliadin.

    Leggete la nota applicativa: Quantificazione del glutine nella birra usando una metodica ELISA approvata dall'ASBC

    Storia dell'ELISA

    Storia dell'ELISA

    Scoprite l’origine del saggio ELISA e come si è evoluto nel corso degli anni per contribuire ad alcune delle più importanti scoperte scientifiche del nostro tempo.

    Leggete il blog: La storia dell'ELISA dalla sua invenzione alle ricerche sulla COVID-19

  • Come configurare un protocollo ELISA al punto terminale

    Protocollo ELISA al punto terminale

    Questo video fornisce istruzioni dettagliate su come configurare un protocollo ELISA al punto finale nel software SoftMax Pro. L’uso della funzione Template (Modello) in un protocollo permette una rapida analisi automatizzata dei dati. La funzione di interpolazione della curva offre un’accurata visualizzazione dei risultati.

    Visualizza il webinar on-demand  

    Come allestire un saggio ELISA ed eseguire analisi di base

     saggio ELISA ed eseguire analisi di base

    Prima parte di una serie di webinar in quattro parti che presenta il software di acquisizione e analisi SoftMax® Pro 7.1.1 GxP e mostra come è facile eseguire i saggi e ottenere i risultati in maniera semplice e rapida.

    Dopo una breve introduzione, potrete assistere a una dimostrazione dal vivo di come utilizzare il software SoftMax Pro GxP e il lettore per micropiastre multimodale SpectraMax® iD3 per la configurazione e l’acquisizione dei dati utilizzando un saggio ELISA esemplificativo. Saranno illustrate le impostazioni del software necessarie per acquisire i dati prima di esaminare le nozioni di base dell’analisi. Sarà utilizzato un set di dati reale per introdurre la riduzione dei dati, la creazione di un modello e la generazione di una curva standard.

    Visualizza il webinar on-demand  

  • Automazione di laboratorio per saggi ad alto rendimento basati su piastre

    Automazione di laboratorio per saggi ad alto rendimento basati su piastre

    Il saggio ELISA (Enzyme-Linked Immunosorbent Assay ovvero saggio di immunoassorbimento enzimatico) è una delle metodiche quantitative più diffuse per la rilevazione di un antigene bersaglio come una tossina o una sostanza estranea in un campione. Il saggio è facile da allestire e la gamma di potenziali analiti è vasta, ma la procedura è laboriosa e richiede tempo.

    I flussi di lavoro basati sull’automazione del laboratorio permettono di avere tempo per dedicarsi ad altro, aumentando il rendimento, l’efficacia e l’efficienza della procedura del saggio e la riproducibilità.

    Scopri di più  

    Rilevazione della melamina con kit ELISA

    Rilevazione della melamina con kit ELISA

    La base organica melamina si usa per preparare una serie di prodotti, tra cui plastiche, ritardanti di fiamma, pigmenti e fertilizzanti. È stata recentemente descritta la pratica di aggiungere melamina ai mangimi per animali e agli alimenti per consumo umano per aumentare il contenuto apparente di proteine. Poiché la melamina può causare malattia grave o morte, esiste un crescente interesse nell’identificazione di metodiche per rilevare la contaminazione da melamina in una varietà di prodotti alimentari.

    Leggete la nota applicativa:

  • Quantificazione delle proteine

    Citochina interleuchina-22

    È descritto un confronto tra le prestazioni del lettore per micropiastre EMax Plus e del lettore al punto finale EMax utilizzando un saggio ELISA a sandwich per quantificare i livelli della citochina interleuchina-22 (IL-22 di topo/ratto).

    Leggete la nota applicativa: Quantificazione delle proteine con il lettore per micropiastre EMax Plus

    Quantificazione dell’interleuchina-8

    Imparate come eseguire l'ELISA Human IL-8 SimpleStep sul lettore per micropiastre SpectraMax® ABS Plus utilizzando un comodo protocollo preconfigurato.

    Leggete la nota applicativa: Quantificazione delle concentrazioni di interleuchina-8 sul lettore per micropiastre SpectraMax ABS Plus con il kit ELISA SimpleStep

Ultime risorse

Flusso di lavoro di un protocollo ELISA

Il flusso di lavoro di un tipico protocollo di un saggio ELISA a sandwich prevede vari passaggi di aggiunta di reagenti, incubazione e lavaggio. Qui sono descritti i vari passaggi e le apparecchiature e gli strumenti necessari per eseguire il saggio ELISA, tra cui una lavatrice per micropiastre, un lettore di assorbanza per piastre ELISA e il software.

 

Flusso di lavoro: saggio del protocollo ELISA
 
L’anticorpo viene immobilizzato nel pozzetto

IMMOBILIZZAZIONE DELL’ANTICORPO DI CATTURA NEI POZZETTI

Innanzitutto, l’anticorpo di cattura viene immobilizzato sul fondo del pozzetto della micropiastra.

Pozzetti della micropiastra

Piastra ELISA

La maggior parte dei saggi ELISA viene eseguita in micropiastre a 96 o 384 pozzetti. Le più comuni sono quelle a 96 pozzetti, che sono talvolta chiamate piastre ELISA. Il fondo dei pozzetti della micropiastra funge da superficie solida a cui si legano gli anticorpi e altri reagenti. Generalmente le micropiastre sono incluse in un kit ELISA.

01

Volete risultati più rapidi nei saggi ELISA?

I kit ELISA CatchPoint SimpleStep permettono di ottenere i risultati in soli 90 minuti!

Scopri di più  
spettri
spettri mobili
aggiunta del campione
aggiunta del campione mobile

AGGIUNTA DEL CAMPIONE

Aggiunta del campione nel pozzetto: l’antigene presente nel campione si lega all’anticorpo di cattura.

02
lavaggio della micropiastra
lavaggio della micropiastra mobile

LAVAGGIO DELLA MICROPIASTRA

Il materiale non legato viene lavato via, lasciando soltanto l’antigene di interesse e riducendo al minimo la possibilità di un elevato segnale di fondo.

Lettore e lavatrice per piastre ELISA

Lettore e lavatrice per piastre ELISA

Soluzione completa per il flusso di lavoro per saggi ELISA mediante l’uso del lettore per micropiastre EMax plus con il software di acquisizione e analisi dei dati SoftMax Pro e la lavatrice per micropiastre MultiWash+.

Visualizza il prodotto
03

Automatizzate il vostro flusso di lavoro

Risparmiate tempo e risorse con la nostra lavatrice AquaMax® e il sistema per la manipolazione delle micropiastre StakMax®

Scopri come  
spettri
spettri mobili
aggiunta dell’anticorpo di rilevazione
aggiunta dell’anticorpo di rilevazione mobile

AGGIUNTA DELL’ANTICORPO DI RILEVAZIONE

L’anticorpo di rilevazione coniugato a un enzima si lega a un secondo sito sull’antigene di interesse, offrendo la possibilità di rilevare l’antigene.

04
lavaggio delle micropiastre
lavaggio delle micropiastre mobile

LAVAGGIO DELLA MICROPIASTRA

Gli anticorpi non legati vengono lavati via, lasciando soltanto quelli specifici per il target di interesse e riducendo al minimo la possibilità di un elevato segnale di fondo.

Lavatrice per micropiastre AquaMax

Lavatrice per piastre ELISA

La lavatrice per micropiastre AquaMax: Aspirazione e dispensazione di 96 e 384 pozzetti avvengono contemporaneamente in tutti i pozzetti, con conseguente elevata precisione dei saggi e processamento più rapido delle micropiastre senza indicizzazione meccanica delle piastre o processamento dei quadranti.

Visualizza il prodotto
05
aggiunta del substrato
aggiunta del substrato mobile

AGGIUNTA DEL SUBSTRATO

Il substrato viene convertito dall’enzima coniugato all’anticorpo di rilevazione, provocando una variazione di colore di intensità proporzionale alla quantità di antigene presente.

A seconda dell’enzima e del substrato utilizzati, il segnale letto può anche essere fluorescente o luminescente.

06
lettura della micropiastra
lettura della micropiastra mobile

LETTURA DELLA PIASTRA

Il lettore per micropiastre rileva il prodotto di reazione colorato e fornisce valori di densità ottica (Optical Density, OD) che indicano la quantità di luce assorbita dal contenuto di ciascuno pozzetto.

Principio del lettore per piastre ELISA

Lettore per piastre ELISA

Un lettore per piastre ELISA, come il lettore di assorbanza per micropiastre ELISA SpectraMax ABS Plus, rileva la variazione di colore che si produce in presenza dell’antigene bersaglio. In particolare, il sistema determina in che misura la luce che passa attraverso i pozzetti della micropiastra viene assorbita dal materiale presente nei pozzetti stessi. Quanto maggiore è la quantità di antigene presente, tanto più elevato sarà il valore di assorbanza.

Visualizza il prodotto
07
Software per lettori per piastre ELISA

Software per lettori per piastre ELISA

Viene utilizzato un software per lettori per piastre ELISA, come il nostro software di analisi dei dati SoftMax Pro, per tracciare le curve standard e calcolare i risultati a partire dai valori di assorbanza forniti dal lettore per micropiastre.

Viene generata una curva standard in modo che sia possibile calcolare accuratamente la quantità di antigene presente in ciascun campione. Un protocollo preconfigurato aiuta a risparmiare tempo calcolando automaticamente i risultati.

Visualizza il prodotto
calcolo dei risultati
calcolo dei risultati mobile

CALCOLO DEI RISULTATI

Viene calcolata la quantità di antigene presente in ciascun campione ed è possibile confrontare campioni diversi, ad esempio cellule sottoposte a condizioni di trattamento differenti.

08

 

Risorse per saggi ELISA

Video e webinar

Espansione delle applicazioni con i lettori multimodali dai saggi ELISA alla tecnologia AlphaScreen

Protocollo ELISA al punto terminale

Come configurare un protocollo ELISA al punto terminale

Come allestire un saggio ELISA ed eseguire analisi di base utilizzando il software SoftMax Pro

Lettori per micropiastre ad assorbanza SpectraMax ABS e ABS Plus

Lettori per micropiastre ad assorbanza SpectraMax ABS e ABS Plus

Software 7 SoftMax Pro

Software 7 SoftMax Pro

Lavatrice per micropiastre AquaMax

Lavatrice per micropiastre AquaMax

Flusso di lavoro in ELISA usando il lettore per micropiastre EMax plus

Flusso di lavoro in ELISA usando il lettore per micropiastre EMax plus e la lavatrice per micropiastre MultiWash+